Navigazione veloce

Rossino Primaria

piazza Milesi, 1  23801 Calolziocorte (LC) 

                                                 

 

La nostra scuola è situata nella frazione di Rossino del Comune di Calolziocorte, in provincia di Lecco. La scuola porta il nome della bambina Maria Arienti che abitava l’ edificio prima che la sua famiglia lo donasse alla comunità a fine ‘800 in sua memoria.
Trasformato in scuola , l’edificio è stato ampliato nella seconda metà del 1900.
All’ingresso della scuola è rappresentato un albero, simbolo con il quale identifichiamo la forza interiore e l’ essenza che ogni persona porta in sé fin dalla nascita e che qui sono accolte perché ognuno abbia la possibilità di svilupparle e farle crescere.
Negli ultimi anni sono stati aggiunti alcuni spazi e servizi:
- locale mensa che attualmente ospita, divisi in due turni, la quasi totalità dei bambini frequentanti la scuola
- il trasporto che collega il plesso alle frazioni collinari e al fondovalle.
- la possibilità di due linee di Piedibus, una verso Lorentino e una verso la Chiesa.
- un computer in ogni aula e una piccola aula multimediale
- una lavagna interattiva multimediale
- un’ aula psicomotoria
- un cortile in parte piastrellato a cemento e in parte coperto d’erba per giochi e piccolo frutteto
- un orto vicino alla scuola, di proprietà di un nonno
Questi servizi hanno favorito dalla metà degli anni ’90 fino al 2010 l’aumento del 50% della popolazione scolastica, in calo negli anni più recenti, come in tutto il territorio del Comprensivo.
La scuola svolge un importante ruolo di coordinamento tra le principali agenzie educative presenti nel territorio. Ha collaborato in particolare con la Parrocchia di Rossino, la Polisportiva, l’ Arci, la Comunità Montana, il Crams di Lecco, la Mediateca Provinciale, UnoTeatro, la Casa sul Pozzo, la cooperativa Specchio Magico, la cooperativa Liberi sogni, il Coro Calauce, le associazione Il Gabbiano, Calolziocorte e Valle, Centro Progetto Danza, gli Alpini, la Biblioteca comunale, … . Ha svolto un ruolo di coordinamento nelle fasi di co-progettazione didattica fra insegnanti, liberi professionisti ed esperti delle varie agenzie per realizzare laboratori a classi aperte, in particolare dedicati alle Arti visive, alla Corporeità, alla Musica, all’educazione alle Emozioni. Gli insegnanti sono stati supportati da momenti di supervisione da parte di insegnanti dell’Università Bicocca di Milano affinché le pratiche didattiche siano esperienze di ricerca e formazione non solo dei bambini, ma anche degli insegnanti, dei genitori e degli educatori coinvolti.
Rilevante è la collaborazione con le famiglie.

GLI SPAZI

             

IL CORTILE

C’è un piccolo spazio verde con  tre alberi da frutto e uno spazio pavimentato e attrezzato  con un canestro. I muri sono stati dipinti dai bambini durante un laboratorio all’interno del progetto “Emozionarti”

             

ATRIO D’INGRESSO

E’ un piccolo ambiente che viene usato per giocare, a turno, quando il tempo è brutto, trasformandosi con l’utilizzo di giochi e arredi temporanei.
E’ abbellito con immagini realizzate dagli alunni durante l’attuazione del progetto EMOZIONARTI.
È arricchito da un angolo biblioteca e una cucinetta per i più piccoli.
Vicino alla porta, la bacheca dedicata ai genitori, uno degli strumenti di comunicazione tra scuola e famiglie.

                                                                                    

  LE AULE

LE AULE SI TRASFORMANO IN LABORATORIO PER IMPARARE A PENSARE, AD ESPRIMERSI , A ESSERE CREATIVI, A COSTRUIRE INSIEME SAPERI E APPRENDIMENTI E, COSA PIU’ IMPORTANTE, A VIVERE EMOZIONI.
Sono locali luminosi e spaziosi. Sulle pareti vengono appesi i lavori e i cartelloni che riguardano approfondimenti o argomenti trattati in classe e durante le ore di laboratorio. Ci sono angoli per svolgere attività particolari o per trovare oggetti speciali.

 

AULA DELLA CLASSE
 PRIMA
AULA DELLA CLASSE
 SECONDA
AULA DELLA CLASSE
 TERZA

 

AULA DELLA CLASSE
 QUARTA
AULA DELLA CLASSE
 QUINTA

AULA COMPUTER 

E’ un piccolo locale nel quale, però, abbiamo tutti gli strumenti minimi per scrivere, stampare e collegarci ad internet. 

 

ORTO 

Il progetto “ Tutti giù per terra” ha richiesto l’utilizzo di un piccolo orto messo a disposizione dal nonno di un alunno. L’ORTO DIVENTA AULA DIDATTICA per attività legate alla semina, allo studio di vegetali e insetti, alla comprensione dell’ ecosistema prato ( e bosco) dal vero e all’importanza della Terra come Madre che ci nutre e di cui facciamo parte (finitezza delle risorse e sostenibilità). L’orto è anche occasioni per attività di copiatura dal vero, attività di rilassamento nell’erba, ascolto di lettura a voce alta sotto il noce, incontro con persone speciali.
È un progetto iniziato qualche anno fa e che vede il suo rinnovarsi ogni anno con attività di ripresa e continuità o nuove e diverse.